LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 2 giugno 2021)

"Eolico, attenzione ai ristori economici"

"Eolico, attenzione ai ristori economici"SALICE – “Amministrazione accecata dai ristori economici”. Cosimo Gravili, presidente di “Vox Populi”, interviene a proposito dei mega impianti eolici progettati nel territorio comunale e a Veglie (in tutto 21 torri per 126 mw). Secondo Gravili, l’aspettativa di “ristori” avrebbe condizionato l’operato della maggioranza del sindaco Tonino Rosato, portandola su una posizione “soft” per timore di non essere “invitata dalle multinazionali ad un tavolo di trattive”. “Sul tema eolico – dice il presidente di Vox populi - si è parlato di ristori economici, ritorni sul territorio e benefici pe...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 30 maggio 2021)

Aggressioni verbali a dipendente comunale disabile atleta del “Midu”

Aggressioni verbali a dipendente comunale disabile atleta del “Midu” SQUINZANO – “Aggressione verbale” contro un dipendente comunale disabile. È successo nei giorni scorsi all’interno del palazzo municipale mentre il lavoratore, atleta del “Midu sport handicap”, svolgeva servizio di controllo degli accessi agli uffici, necessario in funzione anti-Covid, secondo le direttive dei Commissari prefettizi. A denunciare l’accaduto è l’interessato il quale avrebbe subito nella stessa giornata due episodi da parte di cittadini che pretendevano di entrare in Comune senza che al dipendente comunale risultasse una prenotazione... (continua).  (r.f.) Articolo integrale pubblicato da &q...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 29 maggio 2021)

Depuratore, formazioni politiche divise sul progetto delle trincee dre...

Depuratore, formazioni politiche divise sul progetto delle trincee drenantiPORTO CESAREO – Depuratore: polemiche dopo la nuova audizione in V Commissione regionale. L’ulteriore “puntata” della vicenda, che si protrae da tempo a causa della mancata attivazione dell’impianto, è stata di scena l’altra mattina, con epilogo non per tutti soddisfacente. La previsione di un nuovo progetto che prevede tre trincee drenanti all’interno dell’area del Depuratore, è stata vista come un nuovo rinvio del problema. Per tale ragione Paolo Pagliaro, consigliere regionale e capogruppo de “La Puglia domani”, e Salvatore Albano, ex sindaco ed attuale assessore ai Lavori pubblici di Porto Cesareo, non rispa...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/II – 24 maggio 2021)

"Quattro corsie per la Lecce-Taranto"

"Quattro corsie per la Lecce-Taranto"Decenni senza un idoneo collegamento stradale fra Lecce e Taranto e attesa infinita per la ripresa dei lavori della bradanico-salentina (statale 7-ter), realizzata parzialmente da diversi lustri solo nel tratto San Pancrazio-Manduria. Per tutto ciò, ieri mattina, hanno protestato consiglieri regionali e sindaci dei Comuni dell’area. Organizzato dal Movimento Regione Salento e tenutosi sulla parte completata dell’arteria a quattro corsie, al sit-in hanno partecipato i consiglieri regionali Paolo Pagliaro, capogruppo de “La Puglia Domani”, Renato Perrini, Antonio Gabellone e Luigi Caroli, di Fratelli d’Italia. Presenti anche Fernando Leone, consiglie...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 23 maggio 2021)

Volontari impegnati nella pulizia delle spiagge

Volontari impegnati nella pulizia delle spiagge CASALABATE (Squinzano) – Al lavoro per la pulizia delle spiagge. Questa mattina, dalle 8,30, nei pressi di “Marulli Caffè”, i volontari che hanno aderito alla nuova edizione di "EducAmare”, promossa dalla Pro Loco “Casalabate Marina di Squinzano”, si ritroveranno per dare inizio alla raccolta di materiale e rifiuti presenti lungo la costa. All’iniziativa ha aderito anche la Pro Loco di Torchiarolo. “Quest’anno – spiega Mino Patera - a causa del Covid-19 purtroppo siamo stati impossibilitati a coinvolgere le diverse scuole presenti sul nostro territorio, così come è avvenuto nelle edizioni prece...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 19 maggio 2021)

Torre Inserraglio, assente la segnaletica dello scarico in mare di acq...

Torre Inserraglio, assente la segnaletica dello scarico in mare di acque reflue depurateNARDÒ-PORTO CESAREO – Manca la segnaletica della presenza dello scarico in mare di acque reflue depurate, nei pressi di Torre Inserraglio. Lo “segnala” sulla sua pagina Facebook la deputata neretina Soave Alemanno, in queste settimane impegnata sulla questione riguardante la mancata attivazione del depuratore di Porto Cesareo. Sulla vicenda dell’impianto cesarino, peraltro, Alemanno ha presentato un’interrogazione a cui il Ministero della Transizione Ecologica ha poi dato “contezza dello stato di progressione dei lavori”. Lo scarico di Torre Inserraglio, che attualmente è collegato solo al depuratore di Nardò, in caso di c...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VI – 16 maggio 2021)

Depuratore, pronto un dossier di Legambiente

Depuratore, pronto un dossier di Legambiente PORTO CESAREO – Legambiente pronta ad azioni “forti” per interrompere il gioco dello “scaricabarile”. Luigi Massimiliano Aquaro, avvocato e presidente della locale sezione del “Cigno verde”, fa sapere che sulla vicenda del depuratore, da tempo ultimato ma non ancora attivato, i volontari del gruppo cesarino di Legambiente starebbero predisponendo un dossier destinato ad essere depositato presso la Procura di Lecce. L’iniziativa prenderebbe spunto anche dalle recenti dichiarazioni del consigliere regionale Fabiano Amati. Quest’ultimo, promotore assieme al consigliere regionale Paolo Pagliaro della recente audizione in V Commission...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 15 maggio 2021)

Il ministro: "La Regione valuti la possibilità di rilasciare un’autori...

Il ministro: "La Regione valuti la possibilità di rilasciare un’autorizzazione provvisoria allo scarico" PORTO CESAREO – Possibile l’autorizzazione provvisoria per l’avviamento della rete fognaria cittadina. È quanto si evince dalla risposta che il Ministero della Transizione Ecologica guidato da Roberto Cingolani ha dato recentemente ad un’interrogazione “a risposta immediata” presentata dall’onorevole Maraia e da altri deputati. La vicenda della mancata attivazione del depuratore di Porto Cesario, portato all’attenzione nei giorni scorsi anche della V Commissione regionale, in queste ore sta determinando un acceso dibattito. Nella risposta del Ministero, fra l’altro si legge: “Nelle more della definizione della concessi...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 14 maggio 2021)

Depuratore, si allungano i tempi. "Sarà in funzione solo nel 2022"

Depuratore, si allungano i tempi. "Sarà in funzione solo nel 2022" PORTO CESAREO – Attivazione del depuratore: non c'è parola “fine” all’annosa vicenda. È la sintesi del commento del consigliere regionale Paolo Pagliaro dopo la nuova audizione in V Commissione regionale, tenutasi ieri in videoconferenza per discutere sull’entrata in funzione dell’impianto, pronto da tempo ma ancora inutilizzato. Il depuratore, ritenuto tecnicamente idoneo durante il sopralluogo della scorsa settimana da parte di esperti della Regione e dell’Aqp, potrà ottenere l’autorizzazione al funzionamento solo dopo ulteriori passaggi amministrativi. Le risultanze dell’audizione, dunque, non sarebbero so...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 11 maggio 2021)

"Il depuratore è ok". E si fanno pressanti i solleciti alla Regione

"Il depuratore è ok". E si fanno pressanti i solleciti alla RegionePORTO CESAREO - “Il sopralluogo al depuratore non ha evidenziato problemi tecnici per l’avvio dell’impianto, adesso la Regione si sbrighi”. Paolo Pagliaro, consigliere regionale e presidente del MrS, sollecita l’accelerazione delle procedure amministrative per l’attivazione della rete fognaria della cittadina rivierasca, nota località di soggiorno estivo e di turismo balneare. Il sopralluogo, deciso mercoledì scorso nell’ambito della specifica audizione in V Commissione consiliare regionale, è stata effettuata dall’ingegnere Andrea Zotti, dirigente del Servizio Risorse idriche della Regione Puglia e da tecnici dell&r...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 9 maggio 2021)

"Poche le ore di assistenza infermieristica e di Oss"

"Poche le ore di assistenza infermieristica e di Oss" SURBO - “Nonostante i miei appelli, devo purtroppo constatare che il numero di ore di assistenza infermieristica e di Oss sono, in molti casi, del tutto insufficienti”. Il sindaco Ronny Trio sollecita maggiore attenzione, da parte della Regione e della Asl di Lecce, rispetto alle problematiche che interessano cittadini affetti da gravi patologie. “Mi vengono segnalate – spiega Trio - situazioni di soggetti assistiti dai propri familiari che, però, non riescono più a sostenere il peso economico, psico-fisico e di tempo che è necessario soprattutto laddove vi è l’impossibilità a deambulare. Sono arrabbiato e deluso nel do...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VIII – 7 maggio 2021)

Impianti eolici, l’assessore Maraschio: "Massima attenzione della Regi...

Impianti eolici, l’assessore Maraschio: "Massima attenzione della Regione" “Sì alle energie pulite, no all’invasione di mega mostri eolici nel Salento”. È la posizione del consigliere regionale Paolo Pagliaro, ribadita l’altra mattina in V Commissione consiliare della Regione durante l’audizione riguardante i due progetti di impianti di grande taglia previsti nelle campagne del Nord Leccese (in tutto 21 torri eoliche, per complessivi 126 mw). All’audizione, svolta in videoconderenza, hanno partecipato l’assessore regionale Anna Grazia Maraschio e dirigenti della Sezione regionale competente. Sono intervenuti rappresentanti delle province interessate, nonché i sindaci (o loro delegati) di Veglie...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/IV – 5 maggio 2021)

Impianti eolici: oggi l’audizione in Regione

Impianti eolici: oggi l’audizione in Regione Approdano in V Commissione consiliare permanente della Regione Puglia i due mega impianti eolici previsti nelle campagne di Salice e Veglie, con opere di connessione in Comuni contigui. Si tratta dell’audizione richiesta nelle scorse settimane dal consigliere regionale Paolo Pagliaro per trattare l’argomento “Stop al nuovo parco eolico in agro salentino”, ovvero al duplice progetto di installazione di complessive 21 torri eoliche, per un totale di 126 mw. All’audizione, che si svolgerà oggi alle 12 in videoconferenza, sono stati invitati i presidenti della Province di Lecce, Brindisi e Taranto, nonché i sindaci di Veglie, Salice, Guagnano,...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/III – 3 maggio 2021)

"No al mega impianto eolico"

"No al mega impianto eolico"VEGLIE E SALICE – “Il mega eolico non può essere la strada del futuro. Il futuro di questa terra è l’agricoltura. Oggi più che mai, dopo il flagello della Xylella, le multinazionali e le grandi imprese del Nord possono venire ad acquistare a due lire i terreni dai nostri agricoltori in difficoltà. Siamo sotto attacco, ma la Puglia e il Salento hanno già dato”. Sono parole del consigliere regionale Paolo Pagliaro il quale, sabato scorso, nei pressi della località Monteruga, ha partecipato al sit-in di protesta organizzato dal Movimento Regione Salento contro l’installazione di un parco eolico di grande taglia (...)...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 1 maggio 2021)

Oggi sit-in di protesta a Monteruga per dire "no" ai mega impianti eolici

Oggi sit-in di protesta a Monteruga per dire "no" ai mega impianti eoliciUn sit-in di protesta per dire con forza “no” al parco eolico previsto nelle campagne di Salice e Veglie. La manifestazione, promossa dal Movimento Regione Salento, si terrà oggi, dalle 10.30, nei pressi di Monteruga, sulla provinciale 109 (Boncore-San Pancrazio). L’impianto, di “grande taglia”, prevede 21 torri, alte in totale circa 220 metri, per una potenza di 126 mw. Si tratta di due progetti attualmente sottoposti a procedura ministeriale di Via, rispettivamente di 7 e 14 pale. Al sit-in parteciperà, fra gli altri, il consigliere regionale Paolo Pagliaro. “Il Salento – dice - è stanco di essere depredato dalle mult...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII – 28 aprile 2021)

Mega insediamenti per energia eolica, "No" dalle associazioni ambienta...

Mega insediamenti per energia eolica, "No" dalle associazioni ambientalisteSALICE/VEGLIE - Mega eolico, coro di “no” dalle associazioni ambientaliste. La Sezione di Italia Nostra presieduta da Marcello Seclì, entro i termini previsti (25 aprile) ha presentato osservazioni contro il progetto di Enel Green Power, unitamente alle associazioni Comitato Ambiente Sano di Veglie, Forum Amici del Territorio di Cutrofiano e Nardò Bene Comune. Si tratta di osservazioni riguardanti la Via al progetto di 14 torri, potenza complessiva 84 mw, presentato al Ministero dell’Ambiente quasi contestualmente all’altro di 7 pale, 42 mw, proposto da Iron Solar (scadenza osservazioni 3 aprile). Analoga posizione è stata espressa anche da...
Maggiori Informazioni

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/III – 26 aprile 2021)

"No a quelle imponenti pale eoliche"

"No a quelle imponenti pale eoliche"NORD SALENTO – Il Gal Terra d’Arneo esprime un “giudizio fortemente negativo” sull’installazione di pale eoliche. L’Agenzia di sviluppo locale guidata dal presidente Cosimo Durante ha inviato al Ministero dell’Ambiente osservazioni sulla Via riguardante il progetto presentato da Enel Green Power (14 aerogeneratori per 84 mw). Nelle scorse settimane il Gal ha formalizzato anche osservazioni contro l’impianto di Iron Solar (7 torri per 42 mw). Le pale delle due mega centrali sono previste a Salice e Veglie, con opere di connessione in Comuni limitrofi. “Continuiamo a salvaguardare il territorio – dice Durante – come princ...
Maggiori Informazioni

IL CORRIERE VINICOLO - (p. 12 – 26 aprile 2021)

Salice Salentino, nella terra del “primo” rosato italiano la produzion...

Salice Salentino, nella terra del “primo” rosato italiano la produzione Doc rimane di nicchiaChe il primo vino rosato italiano imbottigliato sia stato prodotto e commercializzato a Salice Salentino, Comune del nord Leccese con poco più di ottomila abitanti, è ormai riconosciuto. Si tratta del famoso Five Roses, dell’azienda vitivinicola Leone de Castris, etichetta nata nel 1943 per soddisfare una grossa richiesta di fornitura da parte delle Forze Alleate. Un’area dunque storica per questa tipologia basata sul Negroamaro, che pure sembra vivere un paradosso: solo una piccola parte della produzione Doc viene destinata alla vinificazione rosa. Si tratta, insomma, di un vino pregiato ma di nicchia, imbottigliato da poche aziende. Le ragioni di questa pro...
Maggiori Informazioni

IL CORRIERE VINICOLO - (pagg- 13/14 – 26 aprile 2021)

Castel del Monte e il Bombino Nero, la piccola Docg rosa punta tutto s...

Castel del Monte e il Bombino Nero, la piccola Docg rosa punta tutto sulla valorizzazioneBombino nero, vitigno principe e protagonista assoluto dei vini rosa Doc e Docg di Castel del Monte. Il variegato mondo vinicolo di quest’area della Puglia presenta diverse tipologie di vino, fra queste addirittura due dedicate ai rosati, entrambe legate a doppio filo con questo particolare vitigno. In ambito Doc la versione storica è ottenuta da uve Bombino Nero, Aglianico e Nero di Troia, utilizzabili singolarmente fino al 100%. La Docg è invece più recente, nel 2011 insieme a “Rosso Riserva” e “Nero di Troia Riserva” è nata infatti la “Castel del Monte Bombino Nero”, dedicata esclusivamente al rosato appunto&hell...
Maggiori Informazioni

IL CORRIERE VINICOLO - (p. 15 – 26 aprile 2021)

Cirò, un rosato in evoluzione fondato su un vitigno da (ri)scoprire

Cirò, un rosato in evoluzione fondato su un vitigno da (ri)scoprire «Negli ultimi anni si nota una chiara tendenza all’evoluzione del nostro rosato, solo in parte a causa dei cambiamenti climatici. Le macerazioni sono divenute sempre più brevi in quanto le uve risultano essere molto più concentrate del passato, diversamente avremmo dei rosati fin troppo strutturati. Oltre al fattore climatico, quasi tutte le aziende hanno pure cercato di andare incontro alle tendenze del mercato, proponendo vini più scarichi di colore e più facili da bere». A inquadrare lo stato attuale del Cirò Rosato è il presidente del Consorzio Vini Cirò e Melissa, Raffaele Librandi, che specifica come in eff...
Maggiori Informazioni
[ « ] [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ » ] [ »» ]