LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (pag. Le/XI - 8 agosto 2019)

GUAGNANO Evento siglato da Comune, Comitato tecnico organizzativo e Vinoway Italia

"Re" Negroamaro tra spettacoli, calici e serata di premi

Il via con masterclass. Domani i riconoscimenti
Appuntamento di primo piano dell’estate salentina. Parte a Guagnano, l’XI edizione del “Premio Terre del Negroamaro”. La manifestazione, promossa dall’Amministrazione guidata dal sindaco Dino Sorrento e realizzata con il supporto del Comitato organizzativo presieduto da Viviana D’Amico e la direzione tecnica del presidente di “Vinoway Italia” Davide Gangi, si terrà per due giorni nel centro storico.

La giornata clou sarà domani, con spettacoli, talk show e degustazioni, ma già stasera è previsto uno spazio riservato al Negroamaro, il vino principe del territorio. Si tratta di una speciale masterclass, alle 20, in piazza Madonna del Rosario, a cura di Gangi e Luca Gardini. Il resto del ricco programma, come detto, si svolgerà domani, con inizio alle 21.

Per ritirare il “Premio alla Cultura del Vino”, quest’anno saliranno sul palco Luca Gardini, “Miglior Sommelier del Mondo 2010” e autore della guida "I 100 migliori vini e vignaioli italiani", e Marco Sabellico, curatore della Guida “Vini d'Italia” del Gambero Rosso. A Mino Ianne, docente universitario e storiografo del vino e dell’olio, andrà il premio “Radici”, mentre il premio “Ambasciatore del Negroamaro” sarà assegnato al sommelier Gilles Coffi Degboe. Ad Enzo Magistà, direttore di Tg Norba, andrà il premio alla “Comunicazione”. Due menzioni speciali riguarderanno la chef Alessandra Civilla (per la valorizzazione della gastronomia del territorio) e il giornalista Pasquale Porcelli (per la competente divulgazione dell’enogastronomia pugliese). “Premio Terre del Negroamaro”, infine, al Gal Terra d’Arneo, presieduto da Cosimo Durante. Presenterà Chiara Chiriatti.

Attesissime le esibizioni di Tony Esposito e dell’Ensemble Terre del Negroamaro, partecipanti all’evento nell’ambito del progetto “Il suono illuminato”. Anche durante la seconda serata, naturalmente, protagonista sarà soprattutto il vino pregiato del Salento.

Per le strade del borgo antico, infatti, vi sarà la possibilità di degustare etichette di 20 aziende vinicole, in abbinamento a prodotti tipici locali. Nel Museo del Negroamaro, infine, in programma una masterclass a cura di Pino De Luca e Rossana Lamedica... (continua)
Rosario Faggiano

Articolo integrale pubblicato da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, edizione di Lecce.