ROSARIOFAGGIANO.IT - NEWS 8 novembre 2020

SALICE I due edifici erano stati chiusi temporaneamente a causa di due casi positivi al Covid fra il personale scolastico

Plessi di via Fontana e via Roselli, da domani riprenderanno le lezioni

Plessi di via Fontana e via Roselli, da domani riprenderanno le lezioni
Con Ordinanza sindacale pubblicata oggi, stata disposta la revoca del precedente provvedimento di chiusura temporanea


SALICE – Riaprono i plessi scolastici di via Fontana e via Roselli. Le lezioni potranno riprendere domani, dunque, anche per tutti gli alunni della secondaria di primo grado (via Fontana) e della primaria e dell’infanzia (via Roselli). Con Ordinanza n. 28 pubblicata oggi, il sindaco Tonino Rosato ha disposto la revoca del provvedimento sindacale dello scorso 29 ottobre con il quale fu vietato il temporaneo utilizzo dei due edifici.

La precedente Ordinanza fu necessaria “a causa della riscontrata positività al Covid-19 di due casi tra il personale scolastico rispettivamente uno presso l’Istituto secondario di I grado (scuola media) di via Fontana e uno presso la scuola primaria e dell’infanzia di via Lorenzo Roselli, sino al completamento dei controlli finalizzati alla definizione di contagio e delle operazioni di sanificazione straordinaria”. Questi ultimi controlli e interventi di sanificazione, così viene precisato nella nuova Ordinanza, sono stati regolarmente ultimati.

In particolare nell’Ordinanza viene dato atto di aver acquisito “la nota del Dipartimento di Prevenzione Sisp- Asl Lecce - U.O. di Campi Salentina, pervenuta il 7 novembre, con la quale comunica che limitatamente al plesso scolastico di via Roselli il focolaio è stato circoscritto e monitorato”, nonché di aver acquisito “l’attestazione rilasciata da Ditta specializzata da cui si rilevano gli avvenuti interventi di sanificazione delle intere strutture, comprovati da relativa documentazione riguardante l’impiego di prodotti ed attrezzature secondo le indicazioni previste dal Rapporto Iss Covid-19 n. 58/2020”.

Le lezioni possono riprendere, peraltro, sulla base della recente Ordinanza del presidente della Puglia Michele Emiliano n. 413 del 6 novembre la quale, al primo dei 5 commi che formano il dispositivo del provvedimento, stabilisce che “con decorrenza dal 7 novembre 2020 e sino a tutto 3 dicembre 2020, l'attività didattica si deve svolgere in applicazione del Dpcm 3 novembre 2020 (…)”.

Al comma 2 aggiunge: “Al fine di consentire anche in Puglia la tutela della salute pubblica attraverso la didattica digitale integrata nel primo ciclo di istruzione, per ridurre il rischio di diffusione epidemica, le istituzioni scolastiche del medesimo primo ciclo di istruzione devono garantire il collegamento online in modalità sincrona per tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente per i propri figli di adottare la didattica digitale integrata, anche in forma mista, e anche per periodi di tempo limitati coincidenti con eventuali quarantene o isolamenti fiduciari, in luogo dell’attività in presenza. Ove questo collegamento non possa essere garantito immediatamente, ogni singolo istituto, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, deve ricercare ogni altra modalità utile a consentire comunque l’attivazione della didattica digitale integrata, anche in forma mista, e anche per periodi di tempo limitati coincidenti con eventuali quarantene o isolamenti fiduciari, agli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta”

Infine, al comma 3, viene sottolineato: “Ove necessaria una implementazione tecnologica ai fini di cui al comma 2, ogni conseguente adempimento deve avvenire con l’urgenza del caso e comunque in tempi compatibili con l’attuazione di quanto disposto al medesimo punto 2, tenendo presente che agli studenti che hanno chiesto la didattica digitale integrata, non può essere imposta la didattica in presenza e che pertanto l’eventuale assenza deve sempre considerarsi giustificata”.

“Nessuno potrà essere obbligato ad andare a scuola in presenza – ha commentato il presidente Emiliano sulla sua pagina Facebook - e le eventuali assenze saranno giustificate. Tutti avranno diritto a richiedere la didattica a distanza per tutelare la propria salute. Le scuole dovranno dotarsi immediatamente della possibilità di fare didattica a distanza”.
Rosario Faggiano




Aggiornamento

 
La ripresa da domani delle lezioni nei plessi di via Fontana e via Roselli è stata confermata dall'apposita disposizione del Dirigente scolastico pubblicata  oggi, intorno alle 13, sul sito dell'Istituto comprensivo di Salice-Guagnano .