LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO (pag. Le/XI 18 gennaio 2012)

GUAGNANO Centrodestra e centrosinistra impegnati nel gioco delle alleanze. Quattro, finora, le liste in via di formazione

Partiti in fermento in vista delle Amministrative, lex sindaco Leone pronto a riprovarci ancora

GUAGNANO – Quattro liste per le comunali di primavera. Le forze politiche sono in gran fermento per cercare di definire le alleanze sulla base di punti programmatici condivisi. Centrale, naturalmente, è la questione della scelta del candidato sindaco. Per ora, a quanto sembra, l’unico certo risulta Fernando Leone (Pdl), già primo cittadino della coalizione di centrodestra uscente. Quest’ultima, sciolta anticipatamente per spaccature interne, si ripresenterebbe senza l’apporto della componente “Sviluppo e solidarietà” ma con il coinvolgimento diretto degli ex consiglieri Angelo Ricciato, Antonio Sorrento e Danilo Verdoscia (mancherebbe soltanto Salvatore Pezzuto il quale, anche se convinto sostenitore di Leone, avrebbe deciso di non ricandidarsi per favorire il rinnovamento). In campo, alla guida di una lista d’ispirazione moderata e popolare, dovrebbe scendere pure Pino Rizzo, sindaco dal 2004 al 2007, sostenuto dal suo movimento civico e dal consigliere uscente Francesco Taurino. Il terzo candidato sindaco potrebbe essere espressione dell’Unione di Centro la quale, pur non escludendo a priori il dialogo con altri schieramenti finalizzato alla progettazione di un eventuale percorso comune, nell’attuale fase starebbe ferma sull’idea di promuovere una lista del Terzo polo. Nel caso l’Udc optasse per quest’ultima ipotesi, dunque, il suo candidato sindaco sarebbe quasi certamente Rosanna Cappello, ex vicesindaco dell’Amministrazione Rizzo e candidata alle ultime regionali.
Tutto ancora da definire, infine, nell’area del centrosinistra dove, a seguito della costituzione di un nuovo schieramento “trasversale” costituito da Pd, Cantiere democratico e Sviluppo e solidarietà, si starebbe lavorando intorno ad una lista “civica e di progetto” con il coinvolgimento di cattolici democratici, riformisti e moderati. L’iniziativa, peraltro, è sostenuta dai giovani di “Sinistra cittadina” che, nei giorni scorsi, attraverso un manifesto affisso sui muri del paese, hanno auspicato un coinvolgimento largo e partecipato al fine di promuovere un “processo condiviso che conduca alla stesura di un programma di governo cittadino fondato sui valori della sinistra e all’individuazione di una nuova classe politica che sia in grado di attuarlo”. In questa lista “civica e di progetto” si ricandiderebbero i consiglieri uscenti Salvatore Guerrieri (Pd), Gianni De Gaetanis (Cantiere democratico), François Imperiale e Valerio Vitale (Sviluppo e solidarietà). Per scelta individuale, non dovrebbero ripresentarsi Cosimo Marcucci, Rodolfo Palazzo e Guido Marzo. Il candidato sindaco potrebbe essere designato a seguito di primarie o di apposita riunione dell’assemblea dei sostenitori e simpatizzanti. Allo stato attuale, comunque, nessun nominativo di probabile capolista sembra essere stato già individuato. Forse, nella rosa dei “papabili”, potrebbero figurare Guerrieri, Imperiale e Vitale, ma anche l’ex sindaco Franco Palazzo.
Rosario Faggiano