LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO (pag. Le/X - 25 maggio 2010)

SALICE Oggi approda in Consiglio il piano delle opere pubbliche

In vista un poliambulatorio nella Materna di via Manzoni

Ambulatori specialisti e anche la sede della Guardia medica
SALICE – Il Comune punta alla realizzazione di un poliambulatorio con servizi medici specialistici e di continuità assistenziale. La struttura, da attivare in convenzione con la Asl, è stata prevista nel programma delle opere pubbliche che sarà approvato dal Consiglio convocato per oggi, alle 9,30. Il centro medico, stando allo schema di atto deliberativo, dovrebbe nascere nella materna di via Manzoni, previo adeguamento dei locali attraverso l’impiego di circa 100mila euro. Quest’ipotesi, nel caso l’idea andasse in porto così com’è, comporterebbe il trasferimento in altro plesso di tutte le sezioni di scuola dell’infanzia attualmente in funzione nell’edificio interessato. Per tale ragione, in questi giorni, sarebbe in atto un confronto tra Amministrazione e Istituto comprensivo per valutare eventuali problematiche legate alla realizzazione del progetto in via Manzoni. E’ probabile, pertanto, che alla fine possano essere individuati locali comunali diversi. La struttura sanitaria comprenderebbe, oltre agli ambulatori specialistici e di medicina di base, anche la Guardia medica. E proprio per garantirsi il mantenimento a Salice della Guardia medica, l’Amministrazione avrebbe fretta di realizzare il progetto. A quanto è dato sapere, la maggioranza guidata dal sindaco Donato De Mitri sarebbe molto preoccupata di vedersi soffiare il servizio da Guagnano. Il Comune contiguo, infatti, sta già eseguendo i lavori per l’adeguamento dello stabile di zona Civino, da tempo destinato ad analogo poliambulatorio.
Il programma delle opere pubbliche, oltre alla struttura sanitaria, prevede altri interventi per un importo complessivo di oltre 26milioni di euro (uno spazio verde nell’area del convento, la riqualificazione del centro storico, l’ampliamento del parco giochi, l’ampliamento della zona Pip, il recupero del cinema Impero, il completamento della fognatura nera ed altro).
Fra gli argomenti all’ordine del giorno, figura anche l’alienazione del mercato coperto di piazza Pace per un importo di 460mila euro. Eventualmente, parte della somma riveniente dalla vendita dell’immobile sarebbe destinata al pagamento del debito di 537mila euro che il Comune continua ad avere nei confronti dei proprietari della zona Ripa.
All’apertura dei lavori, peraltro, è prevista l’elezione del presidente e del vicepresidente del Consiglio. La prima carica dovrebbe spettare alla maggioranza (Vincenzo Marinaci), la seconda alla minoranza.
Rosario Faggiano