LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO - (p. Le/VII - 20 maggio 2020)

CAMPI – La proposta di Angelo Sirsi, coordinatore di Italia viva

"Gli amministratori rinuncino alle indennità a favore dei meno abbienti e dell’economia locale"

CAMPI – “Gli amministratori rinuncino alle indennità 2020 per destinarle alle disabilità, all’incremento dei buoni spesa, ai servizi per i meno abbienti, alle attività commerciali e alle partite iva”. Ad Angelo Sirsi, coordinatore cittadino e componente dell’Assemblea nazionale di Italia Viva, non è piaciuta la gestione locale dell’emergenza Covid. 

“A parte una lunga serie di appelli al popolo del sindaco, di selfie degli amministratori che scaricano derrate donate da altri – afferma - non è stato fatto niente”. Per Sirsi, soprattutto l’assessorato ai Servizi sociali non avrebbe messo in campo nessun intervento. “Ovunque sono state promosse iniziative per i bisognosi. Se non ci fossero stati gli 86mila euro del Governo e i 29mila euro della Regione per i buoni spesa, a Campi i servizi sociali, da quello che è dato sapere, non hanno programmato niente”. Premesso ciò, Sirsi propone “di non far pagare per il 2020 la tassa per occupazione di suolo pubblico per i Dehors, la Tari per i mesi in cui sono stati chiusi e di sospendere le altre tasse per tutto il 2020”... (continua)
Rosario Faggiano

Articolo integrale pubblicato da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, ed. Salento